Contenuti

Venerdì il Papa prega e consacra Russia e Ucraina a Maria

“In quest’ora l’umanità, sfinita e stravolta, sta sotto la croce con te. E ha bisogno di affidarsi a te, di consacrarsi a Cristo attraverso di te. Il popolo ucraino e il popolo russo, che ti venerano con amore, ricorrono a te…”.

È uno dei passaggi centrali della preghiera che venerdì 25 marzo, solennità dell’Annunciazione, il Papa leverà per consacrare e affidare l’umanità e specialmente la Russia e l’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria. Francesco la pronuncerà al termine della liturgia della penitenza nella basilica di San Pietro. La liturgia avrà inizio alle ore 17, mentre la consacrazione avverrà attorno alle 18.30.

E a quell’ora – le 18.30 – la stessa preghiera verrà letta e proclamata anche in Basilica. Ci uniremo quindi a Papa Francesco e ai vescovi e sacerdoti di tutto il mondo per chiedere l’intercessione di Maria: “Il popolo ucraino e il popolo russo, che ti venerano con amore, ricorrono a te, mentre il tuo Cuore palpita per loro e per tutti i popoli falcidiati dalla guerra, dalla fame, dall’ingiustizia e dalla miseria.Noi, dunque, Madre di Dio e nostra, solennemente affidiamo e consacriamo al tuo Cuore immacolato noi stessi, la Chiesa e l’umanità intera, in modo speciale la Russia e l’Ucraina. Accogli questo nostro atto che compiamo con fiducia e amore, fa’ che cessi la guerra, provvedi al mondo la pace. Il sì scaturito dal tuo Cuore aprì le porte della storia al Principe della pace; confidiamo che ancora, per mezzo del tuo Cuore, la pace verrà. A te dunque consacriamo l’avvenire dell’intera famiglia umana, le necessità e le attese dei popoli, le angosce e le speranze del mondo.

Per leggere e scaricare il testo integrale della Preghiera, cliccare sull’immagine a fianco.