Ma… si vede che siamo cristiani?

Allora, che cosa ci rende identificabili, visibili, riconoscibili? Un abito? La forma architettonica dell’edificio sacro? O forse – ancor peggio – siamo riconoscibili come cristiani solo per il fatto che professiamo a parole o in modo rituale dei precetti religiosi? Il vangelo ci indica oggi qual è la prova del nove, la verifica infallibile che può dire se la vita di una persona incarna il vangelo: la presenza o meno dell’amore. “Da questo vi riconosceranno”, se avrete amore gli uni verso gli altri.