Contenuti

Gli orari delle S. Messe e qualche consiglio per luglio e agosto

Avevamo immaginato un’estate come tante altre, con i ragazzi impegnati negli esami di fine anno scolastico e con la testa già proiettata nelle vacanze. Invece l’assalto inaspettato del Covid-19 alla fine dell’inverno ha sovvertito tutti i piani e ci troviamo qui, a metà giugno, con le chiese appena riaperte – e solo parzialmente – ai fedeli per le Messe; e con gli oratori che viaggiano a ritmi limitati, imposti dalle severe limitazioni anticontagio. E soprattutto ci sentiamo tutti un po’ destabilizzati e incerti su cosa ci attende ancora di qui al prossimo autunno.

Impossibile quindi fare programmi certi: le timide aperture della “Fase 2” potrebbero essere revocate in qualsiasi momento se la curva dei contagiati dovesse continuare a salire.

Non ci resta allora che navigare a vista e mantenere per il momento e fino alla metà di settembre gli attuali orari delle celebrazioni liturgiche:

Da lunedì a venerdì: alle ore 09.00 e alle ore 18.30

Sabato e prefestivi: ore 09.00 e ore 18.30 (vigiliare)

Domenica:  ore 10,30 – 19.

Ricordiamo che in questo periodo, e fino a eventuali nuove disposizioni, continua anche il contingentamento degli ingressi e il mantenimento della distanza interpersonale.Obbligatoria sempre la mascherina e l’igienizzazione delle mani all’ingresso.

Buone vacanze, allora. Che questo periodo ci permetta di riflettere su quanto è accaduto e su come riprendere in mano la nostra vita e quella della nostre famiglie riponendo tutta la nostra fiducia nella misericordia di Dio. Perché a settembre non sarà più come prima! Non è possibile lasciarsi scivolare addosso esperienze come quelle vissute da fine febbraio a oggi, così come uno non può mettere tra parentesi una malattia grave, un lutto drammatico, una violenza subita. Chi ha provato sa che non è più come prima e che con quello che è successo occorre intelligentemente e pazientemente misurarsi quasi ogni giorno.

Valorizzate questi mesi per continuare a parlare tra voi e ascoltare i vostri figli… Fateli parlare! E’ una occasione preziosa. Ascoltate i loro racconti e magari anche le loro preoccupazioni e le loro ansie. C’è tutto il tempo per farle decantare e “ragionarle” insieme. E’ un esercizio intelligente che restituisce serenità e sicurezza. Certo occorre pazienza, grande pazienza! Ma questi sono davvero i tempi della pazienza e della tenerezza..

Pregate anche insieme… perché no? Recitate preghiere semplici, una parte di Rosario, leggete un salmo… E conitinuate, voi genitori, a fare i catechisti dei vostri figli. Siete i migliori, senza dubbio alcuno! Non vi è chiesto di approfondire con loro i misteri della fede e neppure magari di commentare per filo e per segno i comandamenti della Chiesa. Basta leggere un brano di Vangelo, uno di quelli facili e diretti, raccoglierne la buona notizia e poi raccontarsi un po’, mettendo in comune emozioni e intuizioni.

Ci rivediamo a settembre. Nel frattempo tenete d’occhio il nostro sito perché è qui che troverete tutte le notizie che interessano la nostra parrocchia, la nostra comunità. E ancora buone vacanze a tutti.