Contenuti

Adele Bonolis: primo passo verso la beatificazione

Giovedì 21 gennaio papa Francesco ha ratificato la promulgazione del decreto di venerabilità di Adele Bonolis, la fondatrice della comunità per malati psichiatrici e di altre opere di “assistenza e redenzione sociale”.

Adele Bonolis è milanese di S. Ambrogio dove è stata battezzata nel 1909. Da ragazza si è impegnata nell’Azione cattolica della parrocchia ed è stata insegnante di religione al liceo Berchet. Nel secondo dopoguerra ha fondato numerose “case” in cui ha accolto ragazzi a rischio, prostitute, ragazze madri e i loro bambini e malati dimessi dai manicomi giudiziari. Nella sua attività, dedicata a “riabilitare l’amore” e a prendersi cura degli emarginati, è stata sostenuta dall’allora cardinal Giovan Battista Montini.

Dopo la sua morte, nel 1980, si è formato un comitato per la sua beatificazione che ha avviato un processo diocesano che si è concluso nel 2003. 

La figura e le opere della venerabile saranno illustrate il 25 febbraio alle 17.30 in un evento online trasmesso in streaming sul sito www.fondazioneadelebonolis.it a cui interverranno l’arcivescovo Mario Delpini e il conduttore televisivo Paolo Bonolis, pronipote di Adele.  All’incontro, moderato da Alessandra Pirola, è stata invitata anche la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati.

Durante l’incontro sarà presentato il docufilm di Paolo Lipari “La centesima strada” basato sulle testimonianze di alcuni ex studenti e su vecchie audiocassette, restaurate, registrate durante i viaggi in pullman che la fondatrice organizzava per accompagnare gli amici a visitare le strutture. «Noi – affermava – troviamo 99 strade, ma Dio ci indica la centesima».

Nelle prime settimane dopo la Pasqua, celebreremo in basilica una S. Messa di ringraziamento al Signore per il dono della nuova venerabile.

QUI potete scaricare la locandina dell’appuntamento del 25 febbraio.