Contenuti

Esposta in Basilica un’icona di S. Ambrogio

In questi giorni nella cappella di santa Marcellina, in Basilica, è esposta una bellissima icona che raffigura S. Ambrogio. È opera della Scuola iconografica di Seriate, nata nel 1978 dalla passione missionaria ed ecumenica di padre Romano Scalfi (Fondazione Russia Cristiana) e dove gli allievi vengono costantemente aiutati a capire il profondo nesso tra icona e Liturgia.

La preziosa icona esposta presenta su fondo in foglia d’oro, un sant’Ambrogio dallo sguardo  intenso e attento. La bellezza dell’opera è sottolineata anche dai particolari: la mitria episcopale sul capo, la mano destra benedicente, il braccio sinistro che tiene in evidenza un modello di basilica. Non manca il bastone pastorale con la parte alta e ricurva che termina in una testa di serpente che allude sia alla verga di Aronne che si era trasformata a sua volta in serpente che divorava quelli evocati dai maghi d’Egitto, sia al serpente in bronzo di Mosè guardando il quale si otteneva la salvezza, e sia ancora alla virtù della Prudenza raccomandata da Gesù: “siate prudenti come serpenti”.

Per saperne di più potete scaricare e leggere due documenti con i quali la scuola di Seriate accompagna l’icona: i particolari della vita del Santo che hanno ispirato l’icona stessa e la delicata tecnica e i materiali che rendono preziosa l’opera finale.