Le “Memorie” di Iuliu Hossu, cardinale perseguitato

Lunedì 13 marzo, alle ore 20.45, presso la sala sant’Ambrogio, presentazione del libro “Le memorie” di Iuliu Hossu, vescovo greco cattolico rumeno, perseguitato dal regime comunista rumeno.

 

Saranno presenti:

 

S. Ecc. Mons. Erminio De Scalzi, Abate di sant’Ambrogio, mons. Luca Bressan, vicario episcopale per la cultura della diocesi di Milano, S. Ecc. Adrian Georgescu, Console Generale Romeno.

 

Presenta il testo, S. Ecc. mons. Florentin Chrialmeanu, vescovo greco-cattolico di Cluj-Gerla, Romania.

 

ingresso libero.

 

Iuliu Hossu nacque a Milaș (all’epoca Milașul Mare) il 30 gennaio 1885, fu ordinato sacerdote nel 1910; consacrato vescovo di Cluj-Gherla il 4 dicembre 1917. Nel 1930 fu amministratore apostolico di Maramureș per un anno; poi, dal 1941 al 1947, amministratore apostolico di Gran Varadino (Oradea). Il 1 Dicembre 1918, ad Alba-Iulia, ha letto la Dichiarazione dell’Unione della Transilvania con la Romania. Il 28 ottobre 1948 è stato arrestato dalle autorità comuniste rumene insieme ad altri vescovi. Dal 1950 al 1955 fu imprigionato nel penitenziario di Sighet. Trascorse il resto della sua vita agli arresti domiciliari. Papa Paolo VI lo elevò al rango di cardinale, mantenendo però la nomina in pectore, nel concistoro del 28 aprile 1969. Morì il 28 maggio 1970 all’età di 85 anni, e la sua elevazione postuma fu annunciata nel successivo concistoro del 5 marzo 1973.




Basilica di Sant'Ambrogio - Piazza Sant'Ambrogio 15 - 20123 MILANO (Italia - EU)
(C) 2010-2014 Basilica di Sant'Ambrogio - All Rights Reserved